Post Image

Neuromarketing

Neuromarketing: Cos’è, tecniche ed applicazioni

 Neuromarketing: Definizione (Wikipedia)

Il neuromarketing è una branca di riferimento della cosiddetta neuroeconomia e indica una recente disciplina volta all’individuazione di canali di comunicazione più diretti ai processi decisionali d’acquisto, mediante l’utilizzo di metodologie legate alle scoperte delle neuroscienze.

È una disciplina che fonde il marketing tradizionale (economia) con neurologia (medicina) e psicologia (scienze comportamentali) e si prefigge di illustrare ciò che accade nel cervello delle persone in risposta ad alcuni stimoli relativi a prodotti, marche o pubblicità con l’obiettivo di determinare le strategie che spingono all’acquisto

 

Cos’è il Neuromarketing?

Creative Vision - Neuromarketing

Creative Vision – Neuromarketing

La scienza del Neuromarketing è molto recente. Il termine è stato coniato nel 2002 dal professore di marketing research Ale Smidts .

Deriva dall’applicazione delle conoscenze neuroscientifiche al marketing, con lo scopo di analizzare e studiare i processi Inconsapevoli e irrazionali che si verificano nella mente del consumatore e che ne determinano inconsciamente le decisioni di acquisto oppure il maggiore o minore coinvolgimento emotivo nei confronti di un brand .

Negli anni si è studiato come il processo decisionale di acquisto attuato dall’uomo non si possa definire consapevole e razionale.

Le decisioni di acquisto di  prodotti o servizi subisce infatti degli stimoli dati da input emotivi che successivamente si riflettono sul cervello e sulle decisioni stesse.

L’utilizzo di tecniche Neuroscientifiche applicate al marketing hanno permesso e permettono di avere una comprensione sempre più chiara del consumatore in maniera tale da studiare delle strategie di Marketing sempre più efficaci.

Le dinamiche del comportamento del consumatore diventano quindi percorsi prevedibili e controllabili: Conoscendo i processi della mente del consumatore si possono capire quali di questi guidano le decisioni di acquisto.

 

 

Applicazioni

 

Secondo gli studi del professore della Harvard Business School Gerard Zaltman , il 95% delle decisioni di acquisto sono influenzate dal subconscio e sono irrazionali

Nel corso di una giornata siamo continuamente esposti ad innumerevoli input pubblicitari. Cartelloni, spot in tv, flyer, annunci digitali , design di prodotti vengono mantenuti nella nostra memoria che li assocerà ad esperienze di acquisto già effettuati.

Il nostro cervello scannerizza i diversi stimoli classificandoli in ordine di importanza. Questi meccanismi ci porteranno a fare associazioni con i diversi marchi collegandoli a suoni, odori, colori, sensazioni ed emozioni

Per capire  cosa succede nella mente del consumatore , il neuromarketing sfrutta i sistemi di risonanza magnetica funzionale, l’elettroencefalografia e le tecnologie di eye-tracking, il monitoraggio dei movimenti oculari

Monitorando l’attività celebrale di un soggetto si possono evidenziare le risposte involontarie agli stimoli che questo viene esposto.

I dati analizzati aiutano a capire quali campagne ci influenzano di più e quali di meno. In questo modo le aziende possono attuare strategie di marketing più mirate e capaci di influenzare maggiormente il processo di acquisto del cliente

 

 

Marketing tradizionale VS Neuromarketing

 

Gli esperti di Neuromarketing ritengono che i metodi di ricerca tradizionali (es. sondaggi)  siano imprecisi. I consumatori non possono esprimere i meccanismi inconsci che li spingono nelle loro decisioni di acquisto. La risposta del consumatore a un sondaggio o un questionario è condizionata da fattori consapevoli. Spesso gli utenti cercano di dare la risposta “giusta” perchè, essendo di natura socievoli, cercano continuamente l’approvazione altrui. Questo fattore va a influire sulle risposte e sui comportamenti

Tuttavia, esperti come Elissa Moses, ex-CEO del Neuroscience and Behavioral Science Center di Ipsos difendono la coesistenza di questi due approcci. Queste nuove tecniche di indagine non sostituiscono le vecchie ma le completano.

Una piena comprensione del comportamento umano richiede anche la conoscenza della costruzione individuale della realtà che si può ottenere solo con le tecniche dell’intervista

 

Neuromarketing e aziende

 

Un’impresa investe nei social network perchè ha come obiettivo quello di riuscire a connettersi con il proprio target andando a creare viralità e ottenendo una maggiore visibilità.

Se consideriamo Instagram, il neuromarketing evidenzia come i post riguardanti i brand e pubblicati dagli influencer sembrino ottenere un maggiore riscontro rispetto a quelli pubblicati dal marchio stesso. Questo accade perché gli influencer sono capaci di raggiungere il proprio target con una maggiore naturalezza e credibilità

Il mondo dello sport, ad esempio, si avvale del neuromarketing per migliorare l’esperienza dei tifosi. Il neuromarketing in questo settore sta ottenendo risultati importanti perché fa leva sulla fedeltà psicologica individuale dei tifosi . Fa leva su Valori, emotività e sul collegamento sociale che ne deriva, andando a costruire dei ‘luoghi sacri’ che fungano da comunità specifica del marchio

La cognizione umana può essere influenzata da stimoli subliminali che consentono di attivare particolari reazioni.  il neuromarketing risulta essere fondamentale nell’analisi degli effetti che le varie pubblicità hanno sulle persone, creando ulteriore valore alla stessa. Ad esempio inserire un Emoji in un testo di una pubblicità può influenzare la decisione di acquisto dei clienti. Infatti, un sorriso è considerato quale segno sociale con un ruolo critico nel comportamento decisionale.

 

Conclusione

 

Gli studi di Nuromarketing stanno facendo da regia all’apertura di nuove possibilità per i brand, delineando uno scenario sempre più interessante. I vantaggi del Neuromarketing sembrano notevoli, tuttavia, essendo una scienza in evoluzione vi sono alcuni aspetti che vanno ulteriormente approfonditi. Studi di Neuromarketing sono in continua evoluzione sarà sempre più una scienza applicata da molti brand.

Noi applichiamo tecniche di Neuromarketing alle nostre progettazioni in modo da studiare il comportamento degli utenti e identificarne i processi decisionali

 

Vuoi approfondire l’argomento con una consulenza gratuita? Contattaci o chiamaci

    Lasica i tuoi dati in modo da poterti ricontattare il prima possibile

    Next
    Branding: cos’è e perchè è così importante